Contenuto sponsorizzato

Tre gare e la novità della K1000 Woman: La Direttissima a ferragosto tra Trento e il Monte Bondone: ''Ogni anno un tassello per continuare a crescere''

Confermata la K2, la quinta edizione de La Direttissima segna il debutto della "Women": "Questo è anche un progetto di comunicazione in continua crescita per raccontare il territorio e le aziende. Puntiamo sulla qualità e sui valori quali amicizia, fair play e qualità di vita"

Di L.A. - 27 luglio 2022 - 21:22

TRENTO. "Dopo un anno difficile a causa dell'emergenza Covid con una manifestazione di una sola giornata, riproponiamo questo appuntamento nell'arco di tutto il week end". Dody Nicolussi, presidente del Comitato organizzatore, lancia così la quinta edizione de "La Direttissima". "Vogliamo creare una rassegna e ogni anno aggiungiamo un nuovo tassello: la novità è l'evento dedicato a tutte le donne".

 

Un evento tra sport, innovazione, socializzazione, ecologia e solidarietà. Questi i tratti de "La Direttissima", in programma nel fine settimana di ferragosto, da venerdì 12 a domenica 14 agosto, propone ben tre competizioni agonistiche, ma non solo. "Questo è anche un progetto di comunicazione in continua crescita - spiega Nicolussi - per raccontare il territorio e le aziende. Puntiamo sulla qualità e sui valori quali amicizia, fair play e qualità di vita".

 

Un tris di gare lungo il sentiero tracciato ai tempi della Prima Guerra Mondiale per collegare la città di Trento con la sua montagna, il Monte Bondone. Un modo nuovo per cimentarsi con lo sport più praticato al mondo, con quattro tipologie di gara adatte a tutti i palati e a tutte le capacità. La novità assoluta è senza dubbio la K1000 Woman, una corsa verticale dedicata esclusivamente al pubblico femminile, che ha uno sviluppo di 9,6 chilometri e 1.456 metri di dislivello, compresi tra la città di Trento e località Vason.

 

"E' un orgoglio essere qui alla presentazione di questa manifestazione. Racchiude - commenta l'assessore Salvatore Panetta - le varie tipologie della città di festival, di sport, di sociale, di turismo e di stili di vita. E poi c'è il messaggio che le donne sono centrali. Un evento importante per Trento e la sua montagna".

 

Confermata la sfida regina K2, il vertical che ogni corridore sogna, con partenza nel cuore della città e arrivo a Cima Palon, affrontando 12,7 chilometri di sviluppo e 2.053 metri di dislivello. Si tratta della gara tecnicamente più interessante, dove resiste ad ogni attacco il record stabilito dal polivalente atleta vermigliano Davide Magnini, il suo 1h26’40”.

 

Il momento suggestivo sarà poi rappresentato dalla K1000 night, una sfida serale, da affrontare con frontalino, su 1.456 metri di dislivello e con 9,6 km di tracciato. La partenza sarà allestita in piazza Duomo e l'arrivo in località Vason. Il programma de «La Direttissima» si completa poi con la K-Kids, una gara dedicata completamente ai bambini fino ai 13 anni con svolgimento in piazza Duomo, e le vie di Trento.

 

"Non è solo una gara lo sport è un antidoto alle discriminazioni di genere e un volano per le pari opportunità", dice Minella Chilà, consigliera comunale a Trento e componente del Consiglio delle donne, mentre Paola Mora, presidente del Coni del Trentino, prosegue: "Lo sci club Monte Bondone è determinato e un'eccellenza. Una manifestazione con dei valori e organizzata in modo sostenibile anche dal punto di vista umano. Inoltre veicola il messaggio di sport per ciascuno: ognuno trova la propria collocazione, bambini, amatori e atleti di punta".

 

Proprio legato alla novità della sfida K1000 Woman nella giornata di sabato 13 agosto a Palazzo Geremia alle ore 16,30 è stato organizzato un convegno dal titolo "Donne a Fil di Cielo", moderato dalla giornalista di Sky Sport, Dody Nicolussi, che andrà ad analizzare l'universo sportivo femminile legato alla pratica sportiva, con presenti alcune atlete di caratura internazionale che si racconteranno. E domenica mattina è pure prevista una passeggiata socializzante aperta a tutti da piazza Duomo al quartiere di Piedicastello.

 

"C'è grande impegno del comitato organizzatore e l'Azienda per il turismo conferma il rinnovato appoggio a questa manifestazione", aggiunge Michel Floriani in rappresentanza di Apt Trento e Monte Bondone, quindi Alberto Zampiccoli, presidente di Admo del Trentino, continua: "E' un piacere partecipare a questa manifestazione, gli sportivi sono i testimonial ideali. Si consolida un rapporto di amicizia con lo sci club Bondone e non è mai troppa l'attenzione che si dedica alle donne".

 

Gli appuntamenti, dettagliati da Yuri Nicolussi, project manager de "La Direttissima", da segnare in rosso sono quelli in programma venerdì 12 agosto (ore 20 da piazza Duomo) per la sfida in notturna, sabato 13, la mattina, per l'appuntamento plastic free sui sentieri del Monte Bondone, che saranno ripuliti dai rifiuti e alle 14 nella piazza principale di Trento per la K-Kids ed domenica 14 agosto per la K2 con start alle ore 9 in contemporanea con la K-Woman.

 

Come prevedibile è già arrivata anche la prima conferma illustre, quella della detentrice del record femminile Stephanie Jimenez, francese cresciuta nel principato di Andorra e sposata con il trail runner italiano Fulvio Dapit, fedelissima di questo evento, che ha già vinto in due occasioni, ma anche dell'amica di questo evento Francesca Canepa, specialista delle maratone in quota. Un evento ambizioso che vuole crescere e diventare un festival della corsa in quota con baricentro sulla città di Trento e che potrà contare su un’interessante copertura mediatica.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 agosto - 19:42
Nel cimitero militare austro-ungarico sono presenti circa 870 tombe di sodati caduti durante la prima e la seconda Guerra mondiale: in questo luogo [...]
Cronaca
18 agosto - 18:29
Quest’anno all’istituto alberghiero di Levico Terme l’informatica è stata assegnata alla docente di religione. Il dirigente Samaden: “Alla [...]
Montagna
18 agosto - 19:35
Era nata l'ipotesi di correre la Pedavena - Croce d'Aune senza i 3 chilometri finali dentro il Parco Dolomiti Bellunesi ma gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato