Contenuto sponsorizzato

In archivio un'edizione da sogno per il Folgaria Basket Camp: ''Siamo una grande famiglia''

Non sono mancati neanche quest'anno gli special guests, presenti in tutti i turni del Fbc, come i cestisti Matteo Caroli e Simone Lasagni che militano in B, rispettivamente a Matelica e a Ozzano

Pubblicato il - 29 July 2022 - 19:24

FOLGARIA. Con le premiazioni e i saluti di sabato scorso, ha chiuso i battenti il 34esimo Folgaria Basketball Camp: 5 turni per altrettante settimane da sold out nella stagione della definitiva ripartenza del camp più famoso d'Italia.

 

I numeri hanno premiato il grande lavoro del direttore Renato Caroli e del suo staff, come ha sottolineato il presidente dell'Apt Alpe Cimbra, Gianluca Gatti, durante le premiazioni alle quali sono intervenuti pure il vice sindaco di Folgaria Adriano Marzari e gli assessori comunali Fabrizio Larcher e Andrea Mattuzzi. Emozionante l'intervento di Terence Stansbury, ex stella Nba e head coach del quinto turno, che ha definito il Fbc il più grande camp del mondo, prima di scoppiare in lacrime tra gli applausi dei camperini e dei loro genitori che hanno gremito le gradinate del Palaghiaccio di Folgaria.

 

Non sono mancati neanche quest'anno gli special guests, presenti in tutti i turni del Fbc, come i cestisti Matteo Caroli e Simone Lasagni che militano in B, rispettivamente a Matelica e a Ozzano. "Quest'anno abbiamo vissuto il camp in modo normale, è stata una ripresa naturale i numeri sono stati molto importanti, un +30% rispetto allo scorso anno: sono state 5 settimane divertenti, piene, emozionanti dove si è insegnato tanto. La montagna è così, fa sempre bene evadere dalla città e vivere questa esperienza a 360 gradi", spiega Matteo Caroli mentre Lasagni aggiunge: "Mi sono sentito a mio agio. Il direttore mi ha accolto nel migliore dei modi ed ho avvertito la responsabilità che avevo: un'esperienza positiva da tutti i punti di vista. Tornare dopo il Covid, senza mascherine, giocare, scherzare ed abbracciare i ragazzi è stata davvero tanta roba per me che ero al primo vero anno da istruttore".

 

Nemmeno il tempo di chiudere l'edizione del 2022 che già si parla di quella del 2023 che sarà la 35esima: "L'entusiasmo che ci ha trasmesso questa edizione ci proietta già alla prossima. Credo - conclude Renato Caroli - che fare per 35 anni una manifestazione sempre nella stessa località rappresenti un evento unico nel suo genere. Sarà uno dei grandi eventi nel Trentino del 2023, l'Alpe Cimbra e la Magnifica Comunità di Folgaria sono sempre al nostro fianco: noi apriamo la stagione estiva e portiamo beneficio a tutte le categorie dell'Altopiano. Mai come quest'anno ho toccato con mano la gioia dei ragazzi al momento dei saluti perché ci hanno fatto capire quanto siamo entrati nel loro cuore. L'aspetto umano per noi viene prima di tutto, siamo una grande famiglia e non finirò mai di ringraziare in nostro staff senza il quale il Fbc non potrebbe andare avanti".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 agosto - 19:42
Nel cimitero militare austro-ungarico sono presenti circa 870 tombe di sodati caduti durante la prima e la seconda Guerra mondiale: in questo luogo [...]
Cronaca
18 agosto - 18:29
Quest’anno all’istituto alberghiero di Levico Terme l’informatica è stata assegnata alla docente di religione. Il dirigente Samaden: “Alla [...]
Montagna
18 agosto - 19:35
Era nata l'ipotesi di correre la Pedavena - Croce d'Aune senza i 3 chilometri finali dentro il Parco Dolomiti Bellunesi ma gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato