Contenuto sponsorizzato

Grande spettacolo per il triathlon, Arthur Serries e Sloenne Billouin sono i campioni del Mondo XTerra sulla Paganella

A Molveno i francesi dominano aggiudicandosi un doppio titolo iridato. Secondo posto per l’italiana Sandra Mairhofer, quinta Marta Menditto. Tra gli uomini il primo degli azzurri è Franco Pesavento, al decimo posto

Pubblicato il - 04 ottobre 2022 - 11:33

MOLVENO. Sventola la bandiera francese sul podio del 26esimo XTerra World Championship che si è appena chiuso sulle rive del lago di Molveno: sono Arthur Serrières e Solenne Billouin a trionfare nel circuito internazionale di cross triathlon categoria élite, conquistando il titolo in una giornata fresca ma scaldata dalla folla che ha riempito la spiaggia del centro trentino ai piedi delle Dolomiti di Brenta.

 

Al suo primo mondiale si aggiudica la medaglia d’argento l’italiana altoatesina Sandra Mairhofer, che deve cedere alla francese in una difficile frazione bike resa ancor più complicata dal fango abbondante lungo il percorso. Chiude il podio femminile Alizeé Paties. Grande prestazione di Marta Menditto, anche per lei prima volta al mondiale ed un ottimo quinto posto. Primo degli italiani nella gara maschile è il giovanissimo Franco Pesavento, decimo al traguardo.

 

Arthur Serrieres conquista così la ventunesima vittoria in carriera nell'XTerra World Tour, la quarta per la Billouin e la prima vittoria nel mondiale per entrambi gli atleti, che oltre al titolo si aggiudicano anche il premio di 20 mila euro ciascuno.

 

Nella gara élite maschile, Franco Pesavento guida un gruppo di cinque nei 1,5 km di nuoto tra le fredde e limpide acque (16 gradi oggi) del Lago di Molveno, insieme a Keller Norland (Usa), Jules Dumas (Francia), Francois Vie (Portogallo), e “lo squalo” Michele Bonacina (Italia). Frazione più dura per Serrières che esce in undicesima posizione a 37 secondi dal leader, più arretrato Ruben Ruzafa (Spagna) a 49 secondi, in diciannovesima posizione, e Arthur Forissier (Francia) a 1:03, in venticinquesima.

 

In cima alla prima salita in bici un grandissimo Arthur Forissier spinge sui pedali e si fa strada superando tutti fino a prendere il comando. Dopo il primo dei due giri da 16 km ha già guadagnato un vantaggio di 24 secondi su Ruzafa e Serrières. I tre controllano la gara per il resto del percorso, con continui cambi di posizione, affrontando le condizioni del tracciato rese insidiose dal fango. Costante degli ultimi nove Campionati del Mondo XTerra, Ruben Ruzafa esce primo dalla frazione bici e parte in testa di corsa per gli ultimi 10 chilometri di gara.

 

Ma Arthur Serrières è notoriamente l’atleta più veloce in questa frazione e dopo aver superato Forissier in transizione va a prendere anche Ruzafa portandosi in testa e controllando senza problemi fino al traguardo, chiudendo in 2:38:21, con oltre due minuti di vantaggio su Forissier, secondo, e Ruzafa, terzo.

 

Primo tra gli italiani il giovane Franco Pesavento che, uscito in testa dalla frazione nuoto, ha poi dovuto cedere allo strapotere francese e ha tenuto duro nella corsa nonostante i crampi che lo hanno quasi costretto allo stop. Diciassettesimo e diciottesimo Federico Spinazzé e Michele Bonacina, comunque soddisfatti per questa buona “prima”.

 

Solenne Billouin compie l’impresa, facendo la gara della vita e assicurandosi la vittoria più importante della sua carriera sul più grande palcoscenico del triathlon off-road. Quarta all’uscita dall’acqua, salta subito davanti ad Amanda Presgraves e Sandra Mairhofer già al primo giro bike, senza mai più guardarsi indietro. La Mairhofer ha provato a rientrare in un paio di occasioni ma è stata ricacciata indietro anche a causa di problemi tecnici, alla catena e alle ruote, completamente bloccate dal fango. Il titolo va quindi alla francese, che chiude sul traguardo in 3:11:05, con la migliore frazione bike del giorno (1:59:01).

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 12:53
La tragedia è avvenuta nel Bellunese. Il piccolo aveva la febbre ed è stato portato in ospedale. Poi, vista la gravità della situazione, è [...]
Cronaca
28 novembre - 13:45
L’impatto è stato violentissimo e il ragazzo è stato sbalzato dalla sella della moto ed è rovinato sull'asfalto: per il 18enne non c'è stato [...]
Cronaca
28 novembre - 10:49
Non mancano le novità tra i presepi in esposizione a Ossana: tra quelli a fortissimo impatto emotivo rientra senza dubbio “I [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato