Contenuto sponsorizzato

Dal campo di calciotto alla palestra mobile esterna e l'area medica, si arricchisce il centro di Sedico. Entro fine mese il ritorno al polisportivo della Ssd Dolomiti Bellunesi

Il dirigente della Ssd Dolomiti Bellunesi, Claudio Fant: "Abbiamo già concordato con l’amministrazione comunale del capoluogo il progetto di installare una tribuna mobile da quasi 400 posti"

Pubblicato il - 05 ottobre 2022 - 16:25

SEDICO. Una struttura da calciotto e la palestra mobile esterna, l'area medica e il campo centrale. Ecco i diversi tasselli che arricchiscono l'area sportiva di Sedico, sede dell'attività della Ssd Dolomiti Bellunesi.

 

Una serie di opere per migliorare l'infrastruttura. E' stato realizzato il campo da calciotto e ha preso forma la palestra mobile esterna. Interventi forte dei finanziamenti privati attraverso il "Bonus sport". Poi sono terminati i lavori legati all’allestimento dell’area medica e orientata al recupero infortuni, sotto la tribuna dello stadio comunale. Senza considerare la sistemazione dei locali adibiti a magazzino e lavanderia. Sono ormai predisposti, inoltre, gli spogliatoi prefabbricati, che saranno resi funzionali a partire dalla prossima settimana. 

 

L’unico rallentamento riguarda il campo centrale: l’opera di rinnovamento ha subìto dei ritardi dovuti alle lungaggini burocratiche. Gli interventi sono coperti dal Fondo comuni confinanti. A ogni modo, comunica la società, entro la fine di ottobre verranno definite le procedure di finanziamento: sia per quanto riguarda il campo di Sedico e per Seren del Grappa. A quel punto, si potrà procedere con gli appalti. 

 

L’altro fronte aperto è quello del polisportivo di Belluno, dopo il rifacimento della pista d’atletica: "Abbiamo già concordato con l’amministrazione comunale del capoluogo - spiega Claudio Fant, dirigente della Ssd Dolomiti Bellunesi - il progetto di installare una tribuna mobile da quasi 400 posti".

 

La squadra di Diego Zanin, quindi, tornerà a giocare nell’impianto di piazzale Resistenza: "Tutto potrebbe essere pronto per la partita del 16 ottobre (contro il Campodarsego, ndr) o al massimo per quella del 23 (contro l’Este, ndr). Dipenderà dalle condizioni del terreno, che è stato riseminato la settimana scorsa. Aspetteremo il momento opportuno", conclude Fant. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 10:57
Pubblichiamo una lettera di alcuni membri della comunità etiopica in Italia preoccupati dall'appello presentato dai legali dell'assassino di Agitu [...]
Cronaca
28 novembre - 11:41
L'uomo si trovava in un capanno in campagna, quando per cause ancora ignote, è partito uno sparo della sua arma. Nonostante la ferita l'uomo, [...]
Politica
27 novembre - 18:53
Il segretario della Cisl medici, Nicola Paoli: "Attrattività e mobilità significano anche sedersi al tavolo di trattativa e firmare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato