Contenuto sponsorizzato

Politiche 2022, la Sinistra del Trentino: ''Le decisioni a Roma hanno un forte peso ma speriamo che non pregiudichino il percorso con il centrosinistra per le provinciali''

E' saltato il vertice tra Pd e la Sinistra e Europa Verde dopo l'accordo tra i dem, Azione e +Europa. Renata Attolini, segretaria provinciale della Sinistra italiana in Trentino: "Una pausa di riflessione perché il patto cambia gli equilibri. Difficile un'anomalia trentina in caso di scelte prese a Roma per le politiche. Speriamo che questo in caso non pregiudichi il percorso con il centrosinistra per le provinciali"

Di Luca Andreazza - 03 agosto 2022 - 22:10

TRENTO. "E' difficile pensare a un'anomalia trentina sulle politiche perché le scelte nazionali pesano molto in questa fase". Queste le parole di Renata Attolini, segretaria provinciale della Sinistra italiana in Trentino. "Però a prescindere dalle decisione e dalle direttive romane vogliamo assolutamente salvaguardare il percorso portato avanti fin qui in ottica delle provinciali del prossimo anno".

 

Sono ore caotiche a Roma. L'accordo tra Partito democratico, Azione e +Europa crea più di qualche difficoltà alla Sinistra italiana e Europa Verde (Qui articolo). Tanto che è saltato il vertice chiarificatore tra Letta da una parte, Bonelli e Fratoianni dall'altra parte. I due partiti hanno espresso "un profondo disagio registrato comunemente nel paese e in particolare nel complesso dell’elettorato di centrosinistra, che ha cuore la difesa della democrazia, la giustizia climatica e sociale". E intanto c'è stata l'apertura del Movimento 5 stelle guidato da Giuseppe Conte

 

"E' stato firmato un patto molto forte che sbilancia la trattativa e i leader Fratoianni e Bonelli con le rispettive segreterie si sono presi una pausa di riflessione. Nel corso dell'assemblea nazionale con 134 partecipanti e 80 interventi - aggiunge Attolini - tutti erano concordi nel cercare ancora di ricomporre il fronte giallo-rosso e di salvaguardare in ogni caso l’alleanza con Europa Verde. Una minoranza invece non era d’accordo per l’alleanza tecnica con il Pd, senza M5S. L’alleanza proposta prevedeva la candidatura di personalità riconoscibili ai collegi uninominali e comporre una lista per il proporzionale. La spinta verso il solo Movimento 5 stelle, voluta da qualcuno, non si è ritenuta praticabile per la stessa indisponibilità dei pentastellati. Ma l'accordo Letta-Calenda-Della Vedova però cambia gli equilibri e adesso sono in corso le necessarie valutazioni".

 

La situazione è complessa e si aspetta che la Sinistra e Europa Verde sciolgano le riserve. Una decisione attesa a breve perché i tempi sono molto stretti: i simboli devono essere consegnati entro il 12 agosto. Per definire i perimetri delle coalizioni c'è un po' di margine ma non così ampio. Ci potrebbero essere riflessi anche sul piano provinciale, anche se Lucia Maestri e Franco Ianeselli hanno aperto alla "via trentina" e Italia Viva ha già praticamente dato semaforo verde a prescindere dalle decisioni a Roma.

 

"Noi abbiamo fin da subito evidenziato delle difficoltà in questo senso - evidenzia Attolini - le indicazioni di Roma sulle elezioni politiche hanno un certo peso. Qui poi il quadro è ancora più complicato perché siamo legati anche ai Grüne dell'Alto Adige, movimento a sua volta molto vicino all'Svp. Non resta che attendere ma è probabile che non ci discosteremo da quanto deciso dalle segreterie nazionali".

 

Indipendentemente dalle elezioni politiche, la Sinistra appare decisa di continuare il percorso nel centrosinistra per le provinciali del 2023. "Spero che le scelte a Roma non pregiudichino il percorso fin qui intrapreso a livello provinciale e che perseguiamo con convinzione", conclude Attolini.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 agosto - 19:42
Nel cimitero militare austro-ungarico sono presenti circa 870 tombe di sodati caduti durante la prima e la seconda Guerra mondiale: in questo luogo [...]
Cronaca
18 agosto - 18:29
Quest’anno all’istituto alberghiero di Levico Terme l’informatica è stata assegnata alla docente di religione. Il dirigente Samaden: “Alla [...]
Montagna
18 agosto - 19:35
Era nata l'ipotesi di correre la Pedavena - Croce d'Aune senza i 3 chilometri finali dentro il Parco Dolomiti Bellunesi ma gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato