Contenuto sponsorizzato

''Esecutivo spaesato che fa spallucce e non affronta i problemi della comunità: dobbiamo trovare noi le soluzioni?'', opposizioni dure sul Comune di Brentonico

E' molto duro il commento delle opposizioni di Brentonico dopo la seduta del Consiglio comunale tra difficoltà nel trovare una persona per la biblioteca, iniziative per contrastare spreco idrico e lentezza nella manutenzione di parchi e giardini

Di L.A. - 05 August 2022 - 18:45

BRENTONICO. "Il quadro generale che emerge dopo il question time è deludente se non addirittura vergognoso". Questo il commento di Moreno Togni, espressione di Officina civica e capogruppo del misto con Naturalmente e Bene in comune e già vice sindaco a Brentonico, dopo l'ultima seduta. "Siamo soddisfatti della variazione di bilancio sulla scuola, ma prendiamo atto che si prospettano tre anni di 'suggerire', 'imboccare' e 'fare' al posto di una Giunta che, spaesata, preferisce far spallucce e rimanere seduta sulle belle sedie di velluto rosso, anziché rimboccarsi le maniche e affrontare i problemi che colpiscono la nostra comunità".

 

E' molto duro il commento delle opposizioni di Brentonico dopo la seduta del Consiglio comunale di giovedì 28 luglio scorso. "Siamo rimasti increduli - spiegano le minoranze consiliari - a fronte di svariate risposte spiazzanti da parte dell'esecutivo. L'assessora alla cultura Cecilia Nubola alla domanda del consigliere Imerio Lorenzini sul perché, a oggi, non sia stato convocato il Consiglio di Biblioteca, ha lamentato che ancora non si è trovato un o una giovane rappresentante di un'associazione del territorio".

 

L'assessora avrebbe dichiarato in Aula di aver fatto tutto il possibile per trovare la persona giusta, "ma - proseguono le opposizioni - ha proseguito con un allarmante discorso sul completo disamore verso la cultura dei giovani brentegani, ormai non più interessati a frequentare assiduamente la biblioteca, concludendo con un secco: 'Insomma, io non trovo nessuno. Se ci riuscite, cercatelo voi'. Ma non è mai stato pubblicizzato un avvisto e non sono state contattate le associazioni, nessuna pubblicazione sui giornali o sui canali social istituzionali, che dopo un anno evidentemente la giunta non ha ancora capito come sfruttare".

 

Eppure sono diverse le associazioni che ruotano sull'Altipiano, in primis l'Arci, tra le sezioni riconosciute quali tra le più attive del Trentino. "E per quanto si possa apprezzare l'onestà intellettuale nel dire pubblicamente di essere totalmente incapaci di promuovere un'iniziativa di tale importanza - aggiunge il capogruppo per Officina civica, Naturalmente e Bene in comune - riteniamo di cattivo gusto invitare l'opposizione a svolgere un lavoro di cui dovrebbe occuparsi l'assessora competente. Già l'aumento della previsione di spesa in conto capitale sulla scuola, passata da 1.000 a 26 mila euro, è avvenuto grazie alla nostra puntuale interrogazione presentata il 2 maggio scorso, ora dobbiamo anche preoccuparci di trovare noi un membro del Consiglio di Biblioteca? Comunque nel 2022, possiamo fermamente affermare che la cultura di una persona non si misura in base alle ore trascorse nella biblioteca di Brentonico, che, a causa delle dimensioni, non è l'esatto esempio di luogo in cui dedicarsi alla lettura o allo studio. Starebbe invece all'assessora, che evidentemente ama passare il suo tempo formulando illogiche supposizioni sullo scarso livello culturale dei giovani amministrati, fare in modo che un luogo possa trasformarsi in una sede viva perché frequentata. Forse Nubola non sa che nei cassetti degli uffici municipali sono presenti documentazione e progetti, pensati durante la passata legislatura, relativi alla realizzazione presso il Centro culturale di un'aula studio e di una sala per il co-working?".

 

Un altro tema è relativo alla siccità. Sono molti i territori in tutto il Trentino intervenuti in queste settimane per chiudere o ridurre le portate delle fontane pubbliche, disciplinare l'uso delle risorse idriche tra stop a lavaggio delle auto, irrigazione di orti e giardini con l'acqua erogata dall'acquedotto e altre misure per far fronte a questo periodo. Anche a Brentonico sono state pubblicate alcune ordinanze con l'acquedotto chiuso nelle ore notturne in diverse zone (Qui articolo). 

 

"La consigliera Alessandra Astolfi ha chiesto, viste le numerose criticità che stanno colpendo anche il territorio comunale, quali fossero e se fossero state poste in essere iniziative volte a contrastare lo spreco idrico - continuano le opposizioni - come descritto nelle linee programmatiche della maggioranza. L'assessora all'ambiente Silvia Mozzi ha risposto istintivamente che non era a conoscenza di nulla per poi, dopo una pausa nella quale presumibilmente i colleghi hanno aggiornato l'assessora su quanto da lei scritto nel programma di lista, proporre un confuso discorso sull'importanza di iniziative educative. Iniziative che comunque non sono state realizzate. Se non fosse stato per il successivo intervento del sindaco in soccorso alla vice, che ha aggiornato sull'attuale buono stato delle tubature comunali, sulle chiusure notturne e altre iniziative, la domanda sarebbe stata elusa".

 

Difficoltà, secondo le minoranze, anche sulla manutenzione di parchi e giardini. "L'assessore all'arredo urbano, Francesco Sartori, dopo un'osservazione da parte del consigliere Ivano Tonolli, ha dichiarato pubblicamente di non riuscire a fare rispettare gli accordi presi con l'impresa incaricata della cura del verde", concludono Officina, Naturalmente e Il bene in comune. "La Giunta appare spaesata dopo un anno di governo e le minoranze sono chiamate a supplire a tutte le mancanze di una maggioranza confusa".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 August - 19:42
Nel cimitero militare austro-ungarico sono presenti circa 870 tombe di sodati caduti durante la prima e la seconda Guerra mondiale: in questo luogo [...]
Cronaca
18 August - 18:29
Quest’anno all’istituto alberghiero di Levico Terme l’informatica è stata assegnata alla docente di religione. Il dirigente Samaden: “Alla [...]
Montagna
18 August - 19:35
Era nata l'ipotesi di correre la Pedavena - Croce d'Aune senza i 3 chilometri finali dentro il Parco Dolomiti Bellunesi ma gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato