Contenuto sponsorizzato

Gran festa del Desmontegar: torna il corteo più lungo delle Alpi. Tra le novità il ''Dì del Formai'' per omaggiare il legame secolare tra Primiero e la filiera del latte

Tra le novità di questa 21esima edizione il “Dì del Formai”, un’intera giornata per omaggiare il legame secolare tra Primiero e la filiera del latte attraverso esperienze immersive capaci di coinvolgere tutti i sensi. Il calendario di eventi e di attività culminerà domenica 2 ottobre con l’attesissima Desmontegada

Pubblicato il - 23 settembre 2022 - 16:46

PRIMIERO SAN MARTINO DI CASTROZZA. Tra le novità di questa ventunesima edizione il “Dì del Formai”, un’intera giornata per omaggiare il legame secolare tra Primiero e la filiera del latte attraverso esperienze immersive capaci di coinvolgere tutti i sensi. Il ricco calendario di eventi e di attività culminerà domenica 2 ottobre con l’attesissima Desmontegada, che dopo due anni di pausa tornerà a colorare i borghi di questa valle dolomitica (Qui info).

 

Una tradizione che si ripete ogni anno, che nemmeno la pandemia ha arrestato modificandone solo le modalità di festeggiamento, è pronta ora a tornare al suo antico splendore. Da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre è in programma a Primiero la Gran Festa del Desmontegar, quattro giornate per celebrare il ritorno degli animali dagli splendidi pascoli ai piedi delle Pale di San Martino, patrimonio Unesco, alle stalle del fondovalle.

 

Apre le danze, come da consuetudine, la tradizionale mostra dei bovini in programma giovedì mattina alle 10 a Fiera di Primiero, quando gli allevatori locali porteranno in piazza le loro bovine e i loro cavalli più belli. Nel pomeriggio invece sarà possibile partecipare su prenotazione ad una visita guidata con degustazione del  pluripremiato birrificio Bionoc' di Mezzano (l’attività sarà poi riproposta anche nelle giornate di venerdì e sabato, sempre al pomeriggio, mentre domenica è prevista la giornata a porte aperte Bionoc’ Open Day).

 

Poi venerdì 30 settembre gli appuntamenti si moltiplicheranno: già dal mattino le vie del centro storico di Fiera di Primiero vestiranno per tre giorni i colori e le attività del mondo contadino, con degustazione di prodotti tipici artigianali. Nel pomeriggio invece l’attenzione si sposterà su Palazzo Scopoli - casa del cibo di Primiero - dove alle 14.30 è in programma la presentazione del progetto di valorizzazione alpicolturale SmartAlp, a cui seguirà poi dalle 16 “Bel e bon: il Mercato della Terra Slow Food”, in cui piccoli produttori e artigiani della Condotta Slow Food di Primiero animano il giardino del Palazzo con i loro banchi profumati e colorati, carichi di frutta e verdura a km0, ma anche di cereali e farine, formaggi, prodotti a base di erbe e fiori di montagna, miele, cioccolato e dolci, cosmesi naturale, creazioni di lana e feltro e altre chicche artigianali.

 

Sempre venerdì a Palazzo Scopoli sarà però anche Dì del Formai, il giorno dedicato al formaggio, un modo per omaggiare il legame secolare tra il Primiero e la filiera del latte, aspetto fondamentale della cultura montanara di queste valli. Sarà un’occasione per gustare i formaggi in un modo nuovo, attraverso delle esperienze che coinvolgeranno tutti i sensi, un’occasione unica per tutti gli appassionati di formaggi e di ricette trentine, per gastronauti incalliti ma anche per chi vuole vivere da protagonista una serie di esperienze immersive che raccontano di latte, profumano di fieno e sanno di buono.

 

E sabato 1 ottobre la Gran Festa del Desmontegar proseguirà con il consueto e molto atteso appuntamento con En dì al Maso, quest’anno organizzato tra Caltena e i prati di San Giovanni. Una giornata da trascorrere sui pascoli alpini con un percorso di 8 km. Un’occasione per scoprire un angolo di territorio fuori dalle rotte turistiche, ma denso di storie di uomini e donne: sarà possibile vedere dimostrazioni di attività legate alle tradizioni della montagna, masi e stalle di un tempo dove i nostri nonni salivano la primavera e l’autunno con gli animali.

 

Un tour gastronomico di maso in maso (su prenotazione), con varie pietanze e prodotti locali a km 0. A Passo Cereda invece è in programma l’attività Benvenuti in fattoria, una giornata all’aria aperta a stretto contatto con gli animali, con un itinerario che dall’azienda agricola della famiglia Broch arriva fino all’Agritur Dalaip dei Pape, tra tour enogastronomici, il laboratorio con aperitivo fiorito di Elisa di Erborì e dimostrazioni di mungitura, il tutto in compagnia delle guide alpine Aquile di San Martino.

 

Chi preferisce rimanere sul fondovalle invece sabato e domenica mattina al parco Clarofonte di Transacqua troverà il mercato Saperi e Sapori della Condotta Slow Food, mentre nel pomeriggio di sabato assolutamente consigliata è una visita alla Festa della Zucca di Imèr, dove dalle 14:30 partiranno una serie di attività dedicate a tutta la famiglia, con laboratori creativi, la passeggiata al lume di lanterna, il mercatino del contadino e la mungitura delle capre, oltre ovviamente alla cena conclusiva a base di zucca e prodotti lattiero-caseari. A partire dalle 18 anche a Transacqua ci sarà modo di divertirsi con la Festa della Birra, tra stand gastronomici, grandi birre e il concerto serale dei Peones.

 

Il gran finale domenica 2 ottobre con il momento più atteso: la Desmontegada vera e propria con il lungo e colorato corteo di bovine da latte, manze, vitelli e cavalli, accompagnati dalle famiglie di allevatori in abito tradizionale, che sfileranno con allegria tra le vie dei Paesi dell’alta valle di Primiero, da Siror a Tonadico, passando per Fiera di Primiero e Transacqua.

 

La sfilata, accolta festosamente da paesani e turisti lungo l’intero percorso avrà inizio alle 10.30 nei pressi dell’abitato di Siror e sarà visibile anche in diretta streaming sul profilo Facebook della Desmontegada. La festa proseguirà poi con gli stand gastronomici allestiti a Transacqua, Mezzano, Imer e Tonadico, dove come da tradizione si terranno nel pomeriggio la presentazione dei gruppi e la consegna dei premi di partecipazione. Saranno numerosi inoltre i ristoranti e gli agriturismi della zona, aderenti alla Strada dei Formaggi delle Dolomiti, che per l’occasione si faranno interpreti dell’arte casearia di Primiero con proposte a tema dedicate quest'anno al Formaggio Rosetta e alla farina di mais Dorotea.

 

La Gran Festa del Desmontegar è una manifestazione sempre molto attesa e partecipata, resa possibile dal grande lavoro dei comitati organizzatori, delle amministrazioni comunali, delle forze dell'ordine e di tutti i volontari che di anno in anno dedicano il loro tempo alla buona riuscita di un evento diventato ormai cartolina dell’intero territorio.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 22:12
L'allerta è scattata lungo la statale tra Rio Pusteria e Vandoies. Si è verificato un tragico incidente stradale. Una persona è morta, un [...]
Cronaca
06 dicembre - 19:54
Una vittoria importantissima e il Marocco avanza ai quarti di finale. Senza gli Azzurri sono loro a far ballare le città italiane e anche a Trento [...]
Cronaca
06 dicembre - 17:38
Un passato da allieva, negli ultimi quattro anni ha ricoperto il ruolo di capoplotone e prima ancora quello di caposquadra. Per i prossimi cinque [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato