Contenuto sponsorizzato

Dal Garda alle Dolomiti, un turismo da sold out a Ferragosto e dati vicini al record del 2019. Failoni: ''C'è cauto ottimismo sull'andamento della stagione estiva''

Dopo anni complicati, il turismo ritorna a correre in Trentino. Molti i territori che segnalano numeri in linea rispetto all'anno record. Failoni: "Ci sono alcune difficoltà per la carenza di stagionali e per i costi, ma c'è fiducia. Adesso allunghiamo la stagione con una campagna di comunicazione''

Di Luca Andreazza - 16 agosto 2022 - 16:46

TRENTO. "Va abbastanza bene, la stagione sembra avere un andamento positivo". A dirlo l'assessore Roberto Failoni. "C'è cauto ottimismo, però aspettiamo la conclusione dell'estate per trarre le conclusioni: i numeri sono importanti ma deve esserci una corrispondenza con i fatturati".

 

Le prime indicazioni dei mesi di giugno e luglio appaiono buone; positivo anche il trend di agosto con quello che sembra un boom a cavallo di Ferragosto.

 

"Gli operatori hanno ritoccato i prezzi e hanno puntato ancora di più sulla qualità - prosegue Failoni - ma non possiamo nascondere che ci siano alcune difficoltà, come la carenza di stagionali e i costi, in particolare dell'energia, ancora molto alti. Ora archiviamo questo periodo, poi nei prossimi giorni partiamo con una campagna di comunicazione di Trentino Marketing importante per rafforzare settembre e l'autunno nel tentativo di allungare la stagione".

 

La sensazione è quella che i numeri si possano avvicinare a quelli del 2019, un anno da record. A fronte delle incertezze, che comunque restano per i settori che ruotano intorno al turismo, si respira soddisfazione nei territori dopo tanto tempo: dai laghi alla montagna, dal Garda alle Dolomiti.

 

"La stagione è cominciata in modo positivo, si è lavorato bene a maggio e giugno, mesi che hanno segnato record di presenze di sempre. Attendiamo i dati di luglio, che sembra essere andato positivamente e agosto sta proseguendo bene. Tanti gli appuntamenti per allungare a fine settembre una stagione buona, paragonabile a quelle pre-Covid. E' anche migliorata la redditività delle strutture", commenta Giancarlo Cescatti, direttore dell'Azienda per il turismo val di Fiemme, Pinè, Cembra, mentre Fabio Sacco, direttore dell'Apt val di Sole, aggiunge: "In generale c’è soddisfazione e siamo sui numeri del 2019: molto bene come presenze. Le attività outdoor hanno mantenuto un buon trend fino a metà luglio, poi in questo segmento c'è una leggera flessione, dovuta probabilmente a un target più ‘slow’ che caratterizza fine luglio e agosto".

 

Una boccata d'ossigeno. Nel 2019 il Trentino, dopo decenni di costante crescita, ha toccato il record con 32.779.340 pernottamenti, oltre 13 milioni solo per l'alberghiero. Tutto spazzato via dall'epidemia Covid tra lockdown, limitazioni e una stagione invernale andata in bianco.

 

"Un buonissimo Ferragosto da tutto esaurito, tanti i turisti che hanno scelto le nostre località e le attività tra i borghi e in quota. Molto partecipata anche la festa delle guide alpine. Gli operatori sono soddisfatti e adesso c'è da lavorare per una seconda parte di agosto che sembra muoversi bene. E poi si prosegue con settembre con il ritorno dopo 2 anni degli eventi tradizionali e degli appuntamenti sportivi", dice Manuel Corso, direttore dell'Apt San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi, quindi Daniela Vecchiato, direttrice dell'Apt Alpe Cimbra-Folgaria, Lavarone, Luserna, Vigolana, prosegue: "Un Ferragosto da record con tutto esaurito. Un'estate da incorniciare come risulta dai dati di giugno e di luglio, con numeri già superiori al 2019. Si aggiunge un mese di agosto che sta regalando grandi soddisfazioni, complici anche gli arrivi nelle seconde case. Tra le mete privilegiate il lago di Lavarone, Base Tuono, i forti, il drago Vaia e il centro di documentazione di Luserna. Tantissimi gli ospiti che nella giornata di Ferragosto hanno scelto l'outdoor, in particolare bike e trekking".

 

Insomma, ci sono ancora alcune difficoltà, ma finalmente un settore strategico sembra aver ritrovato fiducia dopo anni particolarmente complessi e numeri piombati a quelli degli anni '80 e '90 con un arretramento di quasi 30 anni. Altre epoche. Dati da anno zero.

 

"La stagione è positiva e Ferragosto è stato da sold out in Vallagarina, tanto in città quanto in montagna. Molto apprezzate e partecipate le esperienze proposte, sia relative all’outdoor che alla cultura. Tantissimi i visitatori a Baldo Bio Benessere a Brentonico con iniziative per grandi e piccini e con il mercato dei prodotti biologici a km0", commenta Giulio Prosser, presidente dell'Apt Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo, mentre Silvio Rigatti, presidente di Garda Dolomiti, conclude: "Un Ferragosto positivo con tante richieste, un periodo davvero interessante. E le premesse sono buone fino al 15 settembre quando è attesa una grande affluenza di turisti tedeschi. Siamo contenti, siamo sui numeri del 2019 in generale, soprattutto sul Garda e Ledro, dobbiamo lavorare meglio e di più invece sul versante di Comano, ci sono molte potenzialità ancora da valorizzare. Ma siamo soddisfatti fino a questo punto della stagione con un buon trend di clienti di lingue tedesca, Germania, Austria e Svizzera, e un ritorno di quelli italiani".

 

Insomma, i numeri fin qui registrati e quelli attesi per i prossimi mesi lasciano ben sperare l’industria del turismo che, se non raggiungerà i livelli del 2019, potrebbe andarci comunque molto vicino.

 

"Un agosto molto positivo e un Ferragosto con molte presenze, sospinte dal bel tempo, tanti anche i trentini che hanno scelto il Monte Bondone. Si avverte una voglia di muoversi, di scoprire il territorio e di vivere la montagna. Il caldo e le alte temperature hanno aiutato la spingere la stagione, in particolare luglio. E' un periodo positivo", continua Paolo Prada, presidente dell'Associazione operatori del Monte Bondone mentre Luca D'Angelo, direttore dell'Apt Dolomiti Paganella, conclude: "Un periodo sicuramente positivo, in linea con tutta la stagione. Tani turisti e tante richieste a conferma di mesi interessanti. Ci aspettiamo altre due settimane intense, soprattutto con gli italiani, e poi il ritorno del mercato estero con le proposte e i segmenti di mercato legate in particolare all'outdoor". 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 ottobre - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 ottobre - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato