Contenuto sponsorizzato

Si sente male e dopo poche ore muore, Nicolò aveva 2 anni. L'autopsia conferma: intossicazione, si fa strada una tremenda ipotesi

Nelle scorse ore le indagini hanno confermato che il piccolo è morto a causa di una intossicazione. Proseguono le indagini da parte delle forze dell'ordine per capire cosa possa essere successo 

Di GF - 04 agosto 2022 - 11:08

BELLUNO. L'autopsia fatta sul corpicino del piccolo Nicolò ha confermato nelle scorse ore che la morte è stata causata da intossicazione.

 

Questo al momento è l'unico elemento sicuro nelle indagini portate avanti dalle forze dell'ordine. A farsi strada, però, ci sarebbe un'ipotesi tremenda: quella che il bimbo di soli due anni possa aver ingerito della droga in casa dei genitori

 

Al momento, è bene chiarire, questa è solo una ipotesi. Tutte le strade rimangono aperte per gli investigatori.  Gli esami e i campioni acquisiti sono stati consegnati  al medico legale che sta ricostruendo l’accaduto. Le analisi successive stabiliranno cosa possa aver avvelenato il piccolo. 

 

Se questa ipotesi fosse confermata scricchiolerebbe la ricostruzione fatta dal padre subito dopo la tragedia. Nell’inchiesta che è stata avviata sono state sequestrate le cartelle cliniche del bimbo.

 

Ci sono poi gli elementi che sono stati raccolti dai carabinieri durante il sopralluogo che è stato fatto a casa dei genitori. Tra questi elementi ci sarebbe anche un certo quantitativo dell’hashish

 

La tragedia è avvenuta il 28 luglio. Secondo quanto raccontato dal padre in un primo momento Nicolò era andato a giocare nel parco sotto casa. Qui avrebbe ingerito una sostanza marrone che il padre gli ha subito tolto di bocca. Poi, poche ore dopo, il bambino è stato male ed è stato portato immediatamente all’ospedale di Pieve di Cadore. Qui Nicolò è arrivato incosciente ed è morto poco dopo.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 October - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 October - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 October - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato