Contenuto sponsorizzato

Dopo le segnalazioni a Il Dolomiti, l'auto abbandonata nei boschi del Catinaccio è stata rimossa: ''La procedura è stata lunga ma il mezzo è stato portato via''

Termina la lunga vicenda del mezzo abbandonato da diversi anni nei boschi del Catinaccio. La polizia locale della val di Fassa: "E' avvenuta la rimozione della vettura. La procedura è stata lunga per l'area particolarmente impervia e difficoltosa ma l'auto è stata portata via"

Di Luca Andreazza - 22 settembre 2022 - 18:05

SAN GIOVANNI DI FASSA. "La procedura è stata lunga per l'area particolarmente impervia e difficoltosa ma l'auto è stata rimossa". Queste le parole di Gianluca Ruggiero, comandante della polizia locale della val di Fassa. La vettura abbandonata nei boschi del Catinaccio ormai da diversi anni è stata portata via dalle forze dell'ordine (Qui articolo). "Siamo soddisfatti nel comunicare l'avvenuta attività".

 

Termina così una lunga vicenda già attenzionata nel 2018 quando era arrivata la prima segnalazione "ma a causa del materiale schiantato dalla tempesta Vaia non è stato possibile accedere all'area per la rimozione fino a oggi" (Qui articolo). 

 

L'auto è rimasta abbandonata da anni tra gli alberi su un prato esposta alle intemperie e ridotta sempre peggio. Naturalmente con pessimi risultati per l'ambiente e per la natura circostante. Nelle scorse settimane a Il Dolomiti erano arrivate anche le segnalazioni di alcuni lettori per lamentare che, nonostante gli interessamenti alle autorità, la vettura era rimasta lì tra lamiere, pezzi di motore e liquidi con la pioggia lava via.

 

In queste ore le operazioni di rimozione. A curare le pratiche e attivato le attività è stato Luigi Beranrd, ispettore e vice comandante della polizia locale della val di Fassa.

 

"Un'attività impegnativa che ha richiesto determinati iter per poter procedere in un'area boschiva e impervia. A fronte di qualche difficoltà di programmazione, l'auto è stata portata via per il doveroso smaltimento. L'attenzione da parte di Comune e forze dell'ordine c'è sempre stata in questo periodo con monitoraggi regolari. Ora si è potuto dare seguito all'intenzione di sistemare questa partita", conclude Ruggiero.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 ottobre - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 ottobre - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato