Contenuto sponsorizzato

Esecuzioni sopraffine e concerti vibranti, il Monterose Trio arriva a Trento

DAL BLOG

Analisi, recensioni, presentazioni delle grandi opere nella prestigiosa sala della Società Filarmonica di Trento

Giovedì 24 novembre, alle ore 19.30, la Società Filarmonica di Trento ospiterà in sala il Montrose Trio. Il Washington Post ha scritto di loro: “Esecuzioni sopraffine, il Trio Montrose è pronto a diventare uno dei principali trii per pianoforte al mondo”. Tre solisti nel proprio ruolo in grado di suonare come un'unità con un impeccabile senso dell'insieme, offrendo alla Filarmonica un concerto vibrante con opere tra il contemporaneo e il romantico (Qui per informazioni sui biglietti e il programma dettagliato).

 

Prende il nome dal Château Montrose, un vino di Bordeaux (molto apprezzato dopo i concerti) e si è rapidamente contraddistinto grazie alle sue esibizioni di altissimo livello in tutto il mondo. Ha debuttato per la prima volta alla Chamber Music Society, continuando poi ad esibirsi in molte città, fra cui New York, Baltimora, Chicago, Cleveland, Detroit, al Festival di Musica da Camera di Hong Kong e in Italia.

 

Il pianista Jon Kimura Parker si esibisce regolarmente con importanti ensemble del Nord America, inclusi i recenti concerti con le orchestre di New York, Chicago e Philadelphia. Si esibisce anche con Off the Score, un gruppo sperimentale con il leggendario batterista Stewart Copeland. È direttore artistico della Honens International Piano Competition, consulente artistico dell’Orcas Island Chamber Music Festival e docente di pianoforte alla Shepherd School of Music di Houston.

 

Il violinista Martin Beaver è apparso come solista con le Orchestre di San Francisco, Indianapolis, Montreal, Toronto, in Belgio e Portogallo. Vincitore dei Concorsi internazionali di violino di Indianapolis e Montreal, è stato un membro fondatore del Quartetto Toronto e Triskelion ed è stato il primo violino del Quartetto di Tokyo per undici anni. Attualmente insegna presso la Colburn School di Los Angeles.

 

Il violoncellista Clive Greensmith si è esibito come solista con la London Symphony, la Royal Philharmonic, la Filarmonica di Seoul e l'Orchestra Rai di Roma; è stato il violoncellista del Quartetto di Tokyo per quattordici anni ed attualmente insegna presso la Colburn School di Los Angeles.

 

La Stagione dei Concerti 2022 terminerà martedì 6 dicembre con le calde voci del Collegium Musicale, ensemble da camera che, sotto la direzione di Endrik Üksvärav, è stato proclamato per ben tre volte come miglior coro dell’anno dall’Estonian Choral Association e vincitore del Music Award Estonian Cultural Endowment per la sua straordinaria opera di promozione della musica corale. Insieme a pagine dal sapore “baltico”, il pubblico potrà godere della prima esecuzione assoluta di due brani del compositore trentino Nicola Segatta.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 18:31
Il giovane ha riportato un violento trauma ed è stato necessario recuperarlo con l'elicottero per portarlo in emergenza all'ospedale di Trento
Cronaca
03 dicembre - 18:47
Il Comitato Una Chance per Chico ha fatto il punto sulle iniziative che verranno messe in campo nelle prossime settimane e nei prossimi [...]
Politica
03 dicembre - 18:59
Il presidente di coordinamento delle sezioni riunite della Corte dei conti Enrico Flaccadoro ha espresso diversi dubbi in audizione in Parlamento [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato